Seno cadente, rimedi chirurgici efficaci

seno cadente rimedi chirurgici

Seno cadente, rimedi chirurgici

Dopo una gravidanza e l’allattamento, dopo un repentino e importante dimagrimento oppure a seguito del naturale processo di invecchiamento il seno può diventare eccessivamente pendulo e rilassato. Quali sono i rimedi chirurgici per un seno cadente e quali risultati è ragionevole aspettarsi dalla chirurgia estetica?

Seno cadente rimedi chirurgici

La ptosi mammaria

Viene definito ptosico un seno cadente, eccessivamente rilassato e cascante, svuotato. I chirurghi plastici utilizzano una speciale scala di classificazione della ptosi del seno, finalizzata anche a valutare quale procedura di chirurgia plastica sia potenzialmente più efficace per risollevare un seno cadente:

  • Assenza di ptosi: un seno definito normale deve avere i capezzoli a una distanza di due tre centimetri al di sopra del solco mammario
  • Ptosi di 1 grado: i capezzoli si trovano all’altezza del solco sottomammario
  • Ptosi di 2 Grado: i capezzoli finiscono col trovarsi  al di sotto del solco sottomammario
  • Ptosi di 3 Grado: i capezzoli si trovano al di sotto del solco sottomammario, guardano verso il basso e rappresentano la parte più bassa della mammella
  • Pseudoptosi: consiste nell’abbassamento del seno ma i capezzoli non sono scesi sotto il solco sottomammario. La pseudoptosi è causata soprattutto dal fatto che con il passare del tempo le connessioni fibrose che sostengono il seno cominciano a cedere e rilassarsi.

In sostanza, quindi, possiamo distinguere la ptosi mammaria secondo questi 3 gradi:

  1. lieve (distanza solco mammario-parte bassa del seno: 1-2 cm)
  2. media (distanza solco mammario-parte bassa del seno: 2-4 cm)
  3. elevata (distanza solco mammario-parte bassa del seno: > 4 cm)

Intervento per alzare il seno

In chirurgia estetica ci sono molti modi per sollevare un seno cadente: in genere in linea di massima possiamo dire che le ptosi mammarie di grado 1 possono essere facilmente risolte con una mastoplastica additiva; le ptosi di secondo e terzo grado vanno risolte con una mastopessi che può anche essere additiva, cioè prevedere l’inserimento delle protesi per regalare al seno una forma morbida, rotonda e femminile.

In caso di pseudoptosi il chirurgo plastico consiglia una mastoplastica e mastopessi, quindi un risollevamento del seno con inserimento delle protesi.

Richiedi ora il tuo consulto gratuito

Rassodamento microchirurgico seno

In caso di ptosi lieve è possibile intervenire con una sorta di microlifitng seno che minimizza le cicatrici. In pratica si procede con a rimozione, in più di una seduta, di minime porzioni di tessuto cutaneo che stimolano una reazione di retrazione della pelle. Si tratta di un intervento non invasivo che non comporta un post operatorio impegnativo come la mastopessi o la mastoplastica ma che praticabile solo su un numero ristretto di donne, con particolari caratteristiche della pelle e con una ptosi mammaria molto lieve.

Lifting seno senza cicatrici

Una mastopessi riesce certamente a ridefinire il volume e la tenuta di un seno rilassato ma ovviamente produce delle cicatrici che, per quanto minime, restano a lungo. Un’altra procedura che può riempire un seno svuotato e aumentare di una taglia il volume è il lipofilling del seno: in pratica si preleva una certa quantità di grasso autologo da fianchi o interno coscia o glutei per andare poi a riempire il seno svuotato con questo stesso tessuto adiposo. L’intervento può aiutare a migliorare l’aspetto del seno, anche se va considerato che una certa percentuale del grasso utilizzato per riempire verrà riassorbito nel tempo dall’organismo.

Solo un chirurgo plastico esperto e competente sarà in grado do fare una valutazione seria  e professionale del livello di ptosi mammaria e proporre la procedura che maggiormente può offrire un risultato soddisfacente.

Le moderne tecniche di chirurgia plastica, utilizzate nella pratica quotidiana da tutti i chirurghi plastici LaCLINIC®, e la comprovata specializzazione dell’intera organizzazione nella gestione di questo intervento (ben il 60% degli interventi di chirurgia estetica praticati dai chirurghi plastici LaCLINIC® è di chirurgia estetica del seno) ci consentono di assicurare a tutte le pazienti una chirurgia estetica moderna e rapida, per il rassodamento del seno svuotato.

Intervento seno cadente, costi

Quanto costa un intervento di sollevamento seno? Una mastopessi può costare tra 5000 e 8000 euro, a seconda della tipologia dell’intervento: una mastopessi additiva, che prevede, quindi, l’inserimento delle protesi, può costare senz’altro di più di una mastopessi semplice o di un lifting microchirurgico il cui prezzo può aggirarsi, in media, intorno ai 5000 euro.

Richiedi ora il tuo consulto gratuito