Quando è efficace il coolsculpting? Indicazioni per risultati apprezzabili

Quando è efficace il coolsculpting

Quando è efficace il coolsculpting

Congela, frantuma e dissolve il grasso. Sono le azioni esercitate da CoolSculpting, un dispositivo che riduce i cuscinetti agendo direttamente sulle cellule adipose con un processo biologico chiamato criolipolisi, che letteralmente significa freddo (crio) che distrugge (lisi) il grasso (lipo). Un percorso veloce e non chirurgico che dà risultati misurabili in centimetri e promette un profilo definito e una silhouette più levigata. Si tratta di un dispositivo medico che non serve a perdere peso e non va utilizzato su aree estese del corpo perché è pensata esclusivamente per i depositi di grasso ostinati difficili da eliminare con l’attività fisica oppure con l’alimentazione. È adatto, quindi, per gli accumuli su cosce, braccia, fianchi, culotte de cheval, pancia, glutei e anche il mento. Ma come si fa a capire chi è il giusto candidato e quando è efficace il Coolsculpting? Gli specialisti indicano 5 condizioni.

  1. CoolSculpting è straordinariamente efficace nell’eliminare quei discreti rigonfiamenti di grasso che riusciamo a pizzicare tra le dita. Può essere ottimo – ad esempio – per le cosidette maniglie dell’amore dell’uomo, o per gli accumuli di grasso attorno ai fianchi e al basso addome di una donna. Nonché per le cosce, la parte superiore delle braccia e la schiena. Per aree più ampie di grasso e che non sono pizzicabili, la liposuzione potrebbe essere una soluzione migliore.
  2. Abitudini alimentari sane ed esercizio fisico sono il modo migliore per eliminare il grasso in eccesso dal corpo. Ma è sfortunatamente molto comune, e altrettanto frustrante, avvicinarsi al proprio peso ideale e continuare ad avere sacche di grasso ostinate che sono difficili da perdere. È qui che CoolSculpting può intervenire in quanto trattamento nato proprio per modellare il corpo che – nonostante dieta ed esercizio fisico – continua ad avere alcuni inestetismi legati al grasso in eccesso e localizzato.
  3. CoolSculpting non comporta i tempi morti o il disagio della sua principale alternativa, cioè la liposuzione. Dopo un trattamento CoolSculpting, si prosegue con la propria giornata normale. La liposuzione, invece, richiede alcuni giorni o una settimana di inattività per il recupero. Per cui se non si vuole investire tanto tempo in un trattamento o sopportare particolari disagi, CoolSculpting potrebbe essere l’opzione migliore.
  4. Se, dopo CoolSculpting, si ha un aumento di peso, i benefici del trattamento continueranno a vedersi perchè le aree trattate non aumenteranno tanto in volume. Ciò che si perderà saranno gli effetti di rimodellamento del corpo. Per cui è bene prendere in considerazione CoolSculpting quando si è già raggiunto un peso che ci soddisfa.
  5. Gli effetti dimagranti di CoolSculpting richiedono tempo. Dopo un solo trattamento, alcune cellule adipose presenti nella zona trattata vengono danneggiate dalle basse temperature e il corpo inizia ad eliminarle con i suoi naturali processi metabolici. In genere ci vogliono alcune settimane per vedere i primi cambiamenti e fino a quattro mesi per vedere i risultati finali. CoolSculpting, dunque, ha bisogno di tempo.

Bibliografia e fonti

Credit foto: Adobe free stock