LaCLINIC
LaCLINIC® ha centri nelle principali città d’Italia. In ogni sede vengono effettuate visite gratuite e vengono programmati tutti gli interventi di chirurgia plastica, che avvengono in cliniche di eccellenza.

Come scegliere le misure delle protesi mammarie

Mastoplastica additiva e misure delle protesi mammarie

Come scegliere le misure delle protesi mammarie

Misure delle protesi mammarie

Dalla terza alla quarta, come si fa a valutare le misure delle protesi mammarie per avere un risultato soddisfacente? Quando si prende la decisione di aumentare il seno e di sottoporsi alla mastoplastica additiva, una delle informazioni preliminari che vanno discusse con il proprio chirurgo plastico riguarda le dimensioni delle protesi, cioè che taglia si desidera avere dopo l’intervento.

Guardare la nostra galleria fotografica del prima e dopo può aiutare a farsi un’idea del risultato, ma è importante prendere in considerazione molto altro.

Prima di tutto, è importante conoscere quali sono le misure delle protesi mammarie. E poi, come si fa a capire quali sono quelle più adatte alle singole aspettative?

Come scegliere le protesi seno

Innanzitutto, quando si scelgono le protesi mammarie per la mastoplastica additiva è necessario tener conto di questi parametri:

  • Corporatura (altezza, peso, misure del torace);
  • Qualità della pelle;
  • Diametro della ghiandola mammaria.

Tipi di protesi

Ci sono, poi, diverse tipologie di protesi che possono essere di alto, medio o basso profilo, cioè la sporgenza del seno al di fuori della gabbia toracica.

Quando si sceglie la protesi giusta per ogni singola paziente, quindi, bisogna non solo prende in considerazione le sue caratteristiche fisiche, ma anche le dimensioni (quindi il volume) e il profilo (cioè la sporgenza) della protesi.

Mastoplastica retroghiandolare o retromuscolare?

E sarà il chirurgo plastico che deciderà, durante la visita preliminare, se collocare la protesi retroghiandolare o retromuscolare. In questa scelta molto dipende dalla corporatura e dalla qualità della pelle della paziente: in una donna molto minuta e con la pelle sottile una protesi retroghiandolare rischierà di vedersi molto di più a tutto svantaggio di quell’effetto naturale che ormai tutte richiedono.

Come ottenere l'aumento del seno di una taglia

Dimensioni delle protesi seno

È bene sapere che le protesi possono avere un diametro variabile tra 10,5 centimetri e 17 centimetri. Ogni 150 cc (o grammi) il seno aumenta di una taglia, ed esistono protesi di diverso peso, dai 100 cc fino ai 700 cc ed oltre.

Nella scelta della protesi va tenuto conto anche un altro elemento, e cioè la proiezione, che sarebbe l’altezza che la protesi finirà con l’avere guardandola di profilo.

In conclusione possiamo stimare che, se una donna ha una prima misura e vuole raggiungere la terza abbondante, avrà bisogno di una protesi di almeno 300-350 cc.

Bibliografia e fonti