Addio alle orecchie a sventola con l’otoplastica.

Addio alle orecchie a sventola con l'otoplastica

Una delle caratteristiche difficilmente accettate da chi decide di rivolgersi ad un chirurgo estetico riguarda le orecchie a sventola, più comunemente definite a sventola.

Addio alle orecchie a sventola con l'otoplastica

La chirurgia plastica per le orecchie a sventola

Si tratta di un intervento scarsamente invasivo e permanente che non comporta alcun rischio per l’apparato uditivo.

Questo intervento chirurgico può rivolgersi anche a pazienti giovani e non ancora totalmente sviluppati (dai 5 anni in su) proprio per la non invasività che lo contraddistingue.

Essendo l’ otoplastica un intervento altamente individualizzato,  il chirurgo dovrà, prima dell’ intervento, tenere conto delle motivazioni e delle aspettative del paziente.

Prima dell’ operazione il paziente viene sottoposto ad una visita pre-operatoria in cui verrà valutato il suo stato generale di salute e saranno prescritte le analisi del sangue (per conoscerne il livello di coagulazione). Sarà inoltre raccomandato dal chirurgo di non assumere determinati farmaci e di evitare di fumare  poichè il fumo, alterando il flusso sanguigno, compromette il processo di guarigione.

L’otoplastica soluzione definitiva per le orecchie a sventola

L’ intervento di otoplastica avviene, a seconda dei casi, in anestesia generale o totale. Generalmente per i pazienti più giovani si procede con anestesia totale, con ricovero di un giorno a scopo precauzionale; mentre per gli adulti è possibile praticare anche la semplice anestesia locale. La durata dell’ intervento va da un minimo di 2 ad un massimo di 5 ore.

La tecnica utilizzata per correggere il difetto delle orecchie sporgenti   consiste nel praticare una incisione verticale nella parte posteriore del padiglione auricolare che permetterà al chirurgo di modellare l’ orecchio così come concordato con il paziente prima dell’ intervento.

Al termine dell’ intervento verrà praticato il bendaggio su entrambe le orecchie.

Le cicatrici, essendo sottili e situate principalmente dietro il padiglione auricolare saranno praticamente invisibili.

Per quanto riguarda la ripresa delle normali attività giornaliere, per gli adulti sarà sufficiente una settimana anche se nei giorni successivi  a questa si dovrà prendere comunque qualche cautela onde evitare traumi alla zona operata. Per i bambini, a causa della loro vivacità e imprevedibilità, si consiglia di attendere almeno 2 settimane prima della ripresa della scuola e delle attività sportive.

L’ otoplastica è un rimedio sicuro e permanente in grado di cambiare definitivamente l’ aspetto estetico e la qualità di vita del paziente.

Leggi anche questo articolo sull’otoplastica