Le ultime novità in fatto di protesi al seno

Nuove protesi seno

Nuove protesi seno

Da quelle ultraleggere a quelle nanotesturizzate, le nuove protesi seno garantiscono un risultato più naturale e duraturo. A fare il punto sulle novità in materia di protesi seno sono stati i più di 300 specialisti riuniti a Firenze in occasione del congresso dell’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe). Scopriamo tutte le novità in materia.

Protesi nanotesturizzate

Sono ergonomiche e realizzate in materiale hi-tech, all’interno contengono gel di silicone che garantisce un risultato naturale e il rivestimento esterno è più liscio e meno irritante. Una volta inserite assumono una forma naturale, quindi in sostanza offrono un risultato più sicuro ed esteticamente perfetto. Queste protesi sono elastiche e morbide e alla fine si confondono con i tessuti mammari e ne seguono dolcemente i movimenti. Impiantare queste nuove protesi, inoltre, richiedere un’incisione più piccola, quindi più piccola sarà anche la cicatrice.

Infine sono dotate di un chip che permette di identificare tramite uno scanner esterno il lotto di produzione e la tipologia.

Protesi al poliuretano

Nell’ultimo quinquennio l’utilizzo di queste nuove protesi seno ha subito un incremento del 15-20% l’anno. Non si corre il rischio né di un indurimento della mammella né di rotazione della protesi stessa. Mantengono in modo perfetto la loro forma il che permette di sapere in anticipo quale sarà il risultato finale dell’intervento.

Leggi come aumentare il seno senza protesi e quale intervento è più indicato

Nuove protesi seno, le protesi ultraleggere

Pesano il 30% in meno rispetto alle altre, se vengono inserite direttamente dietro la ghiandola mammaria invece che dietro il muscolo pettorale consentono garantiscono un risultato più duraturo nel tempo.

Luca Siliprandi, già vicepresidente Aicpe, ha infine un consiglio per tutte le donne che si apprestano a fare un intervento di aumento del seno con protesi

non esiste una protesi perfetta per tutte, ogni donna ha caratteristiche, esigenze ed aspettative individuali e la scelta ella protesi va valutata approfonditamente con il proprio chirurgo plastico.

Bibliografia e fonti

AICPE