Macchie scure sulla pelle. I rimedi della medicina estetica.

pel
Quando non si è più giovanissimi, molti soggetti assistono alla comparsa di inestetiche macchie cutanee sul viso, decollètè e dorso delle mani.
Le macchie cutanee però non sono tutte uguali: alcune sono legate all’invecchiamento altre a particolari situazioni ormonali, come il cloasma gravidico; altre compaiono sulle zone più foto esposte del viso o del décolleté.
pel
 
Si possono avere macchie denominate “cheratosi” che riguardano invecchiamento della pelle del dorso delle mani.
Alcune macchie sono causate da lesioni post traumatiche come scottature o esiti cicatriziali.
Anche alcune farmaci possono favorire la fotosensibilizzazione e quindi la comparsa di macchie. 
Qualunque sia la causa che ha dato origine alle macchie cutanee, gli esperti sono concordi nel ribadire di evitare il fai da te. Le macchie, infatti, potrebbero essere anche melanosi indicative di presenze tumorali. Quindi è sempre meglio rivolgersi inizialmente ad un dermatologo esperto che procederà ad una prima diagnosi. Solo dopo avere individuato il tipo di macchia si potrà scegliere il tipo di cura più adatto.
Mandar via un closasma e in genere anche gli altri tipi di macchie risulta molto difficile.
Uno dei rimedi più usati si avvale dell’uso di acido glicolico. Questa sostanza può accellerare il ricambio cellulare. Le creme contengono piccole dosi e per questo per essere efficiente è indicato un peeling professionale in cui il principio attivo viene somministrato in dosi massicce. Attenzione però, i peeling non vanno fatti mai in estate ed è bene stare lontani dal sole ed affidarsi in mani esperte, onde irritare la pelle e favorire una macchia ancora peggiore.
In caso di melasma o lentigo senili, Il trattamento esfoliante può a seconda dei casi essere a base di acido tricloracetico a bassa concentrazione, ma vengono usati anche peeling con acido piruvico o retinoico. Saranno utili circa 3 sedute ad un costo di circa 150-400 euro ciascuna, a seconda della zona da trattare. L’effetto è garantito fino a che non ci si espone nuovamente al sole, per questo è essenziale proteggersi correttamente dai raggi Uv.
Durante il trattamento si può avvertire una sensazione di bruciore. Possono comparire delle piccole ustioni che spariscono in pochi giorni. Il peeling non si può fare sulla cute infiammata, durante la gravidanza e l’allattamento. Non bisogna esporsi al sole o a lampade solari per tutta la durata del trattamento. Se il peeling non viene fatto da un medico esperto, può provocare un’accentuazione delle macchie o lasciare cicatrici.
Un’altra metodica impiegata per combattere le macchie scure è il laser. 
In questo caso il medico tratta la zona affetta da macchie cutanee con il laser per eliminare il pigmento della pelle e schiarire il tessuto, con un intervento rapido, sicuro e indolore, che rimuove la macchia della pelle ma non intacca le aree circostanti.
Relativamente a questo tipo di inestetismo, per concludere, si ricorda che la pelle è il nostro primo biglietto da visita e che, quando si parla di discromie e macchie cutanee il  confine tra inestetismo e malattia  è davvero molto labile.Si consiglia  pertanto di non rivolgersi ad un semplice estetista ma sempre ad un medico esperto.