Invecchiamento del viso e del collo. Le ultime novità in fatto di cure estetiche.

col
La lassità cutanea è uno sei sintomi dell’invecchiamento che può riguardare le zone del viso e del collo. Per  lassità cutanea si intende quell’inestetico  cedimento dei tessuti che può riguardare il volto e molte zone del corpo.  Oggi dedicheremo la nostra attenzione alla lassità dei tessuti del volto e del collo e parleremo dei rimedi offerti a questo proposito dalla medicina estetica .
col
La lassità cutanea è un difetto che colpisce le persone che hanno superato i 40 anni ma i chirurghi ammettono che anche molti pazienti più giovani si rivolgono alla chirurgia per rimediarvi.
Tra le cause infatti vi è anche un fattore genetico. Vi sono altri fattori che incidono in maniera negativa su tutto questo, come la foto esposizione o l’abuso di fumo e alcol. Per chi tiene ad apparire tonico e fresco è dunque indispensabile condurre uno stile di vita sano e salutare.
Una delle caratteristiche della lassità cutanea è quella di essere associata ad altri inestetismi . Nel volto la pelle oltre a cedere sarà caratterizzata da un generale invecchiamento, e anche, dalla comparsa di capillari e di macchie cutanee.
Per quanto riguarda il corpo invece la lassità cutanea è in genere  associata dalla presenza di cellulite, di adiposità localizzata e anche a zone di lassità muscolare.
Questo inestetismo è spesso associato ad altri e ciò rende necessario un intervento estetico su più livelli.
La lassità cutanea è comunque un problema risolvibile:
Tra i rimedi per il viso vi sono la radiofrequenza e i trattamenti ad infrarossi.
Il trattamento con Radiofrequenza Estetica, che si ottiene mediante l’uso di manipoli passati sulla pelle, è un ottimo sistema per distendere le rughe e rassodare i tessuti anche del collo.
Il calore controllato e localizzato trasmesso dalla Radiofrequenza Estetica stimola l’attività dei fibroblasti, ossia delle cellule deputate alla sintesi di nuovo collagene, anche quando il rinnovamento cellulare è rallentato a causa dell’età. La pelle trattata appare più compatta tesa e consistente anche dopo il primo trattamento. Per mantenere i benefici risultati ed aumentarli sono necessarie più sedute. Non si tratta di un intervento o di un’iniezione di filler ma di una terapia. 
La durata della seduta dipende dalla estensione della zona da trattare. Per la zona viso-collo in genere una mezz’oretta.
I trattamenti per il viso ad infrarossi consente di aumentare la tensione della cute attraverso un riscaldamento progressivo del tessuto compreso tra i 40° ed i 45°C del derma reticolare profondo (2-2,5 mm sotto la superficie della pelle). Si avrà l’aumento di circolazione ed un effetto tensore.
Per un risultato ottimale I due trattamenti vanno associati.