LaCLINIC
LaCLINIC® ha centri nelle principali città d’Italia. In ogni sede vengono effettuate visite gratuite e vengono programmati tutti gli interventi di chirurgia plastica, che avvengono in cliniche di eccellenza.

Gestione delle protesi mammarie: cosa sapere

Gestione delle protesi mammarie

Gestione delle protesi mammarie: cosa sapere

Gestione delle protesi mammarie

Dopo un intervento di aumento del seno molte donne hanno dei dubbi su cosa fare per mantenere il risultato e come curare le protesi. E allora ecco alcuni consigli pratici sulla gestione delle protesi mammarie.

Durata delle protesi mammarie

Le protesi mammarie non sono dispositivi permanenti anche se quelle di ultima generazione, potenzialmente, possono durare anche per tutta la vita. Dopo 10-15 anni, però, può capitare una contrattura o una rottura della protesi, e non è raro che la donna cambi il proprio fisico e magari desideri un seno di dimensioni diverse. In ogni caso è importante pianificare con regolarità dei controlli dal chirurgo estetico per verificare la tenuta della protesi.

Le ultime novità in fatto di protesi al seno

La contrattura capsulare

Quando viene inserita una protesi, intorno ad essa si forma il tessuto cicatriziale e si tratta di un fenomeno fisiologico e normale. Nel corso del tempo, però, può capitare che questa capsula di tessuto cicatriziale possa ispessirsi e indurirsi, causando una condizione nota come contrattura capsulare. In caso di dolore e cambiamenti nella forma e nella consistenza del seno è importante rivolgersi tempestivamente al chirurgo.

Sicurezza delle protesi attuali

Le protesi mammarie attualmente disponibili sono più sicure e affidabili rispetto alle generazioni precedenti. L’industria ha compiuto progressi significativi nella tecnologia degli impianti, migliorando la durata e la resistenza delle protesi.

Inoltre dal 2023 in Italia esiste il Registro nazionale delle protesi mammarie, che raccoglie i dati relativi a tutte le protesi mammarie impiantate in Italia, garantendo una tracciabilità totale dei dispositivi e migliorando la sicurezza. Ad ogni modo oggi le protesi sono molto sicure, il rischio che possano favorire il tumore è bassissimo e la loro tenuta è garantita, a patto di seguire con attenzione le indicazioni fornite dal chirurgo dopo l’intervento.

Il post operatorio della mastoplastica additiva

Dopo un intervento di mastoplastica additiva i consigli dei chirurghi generalmente sono:

  • tenere il bendaggio compressivo;
  • non fare movimenti strani ed impegnativi con le braccia per almeno 15 giorni;
  • riposare il giorno successivo all’intervento;
  • per una settimana non si dovrà bagnare il seno;
  • mangiare leggero e bere molto;
  • indossare abiti e camicie aperte sul davanti e abiti comodi;
  • seguire i consigli e la terapia data dal chirurgo;
  • non toccare il bendaggio.

Bisogna massaggiare la protesi dopo la mastoplastica?

Molti chirurghi plastici non consigliano più il massaggio al seno perché ritengono che le protesi testurizzate, quindi quelle che si utilizzano comunemente negli interventi di mastoplastica, si assestano naturalmente nel giro di qualche tempo.

Bibliografia e fonti

Credit foto: Adobe free stock