LaCLINIC
LaCLINIC® ha centri nelle principali città d’Italia. In ogni sede vengono effettuate visite gratuite e vengono programmati tutti gli interventi di chirurgia plastica, che avvengono in cliniche di eccellenza.

5 domande da porsi prima di fare un'addominoplastica (e relative risposte)

Domande e risposte sull'addominoplastica

5 domande da porsi prima di fare un'addominoplastica (e relative risposte)

Domande e risposte sull’addominoplastica

L’addominoplastica è una procedura di chirurgia estetica destinata ad uomini e donne che interviene sulla pelle e sul grasso in eccesso a livello addominale, riparando anche eventuali separazioni muscolari anomale, come una diastasi.

A cosa serve l’addominoplastica?

Ci sono alcune false credenze sull’addominoplastica che è bene sfatare subito:

  • non si tratta di un intervento che serve a dimagrire o a perdere peso: si dovrebbe, anzi, arrivare in sala operatoria con un peso nella norma, anche dopo aver fatto un intervento di chirurgia bariatrica o aver vissuto un forte dimagrimento: la procedura consiste nel rimodellare la zona addominale, dove la pelle è eccessivamente cadente e rilassata e contestualmente si può eliminare una piccola percentuale di grasso accumulato.
  • Non è una intervento chirurgico destinato solo alle donne che hanno appena partorito e portano i segni della gravidanza (pelle cadente o diastasi addominale): è certamente una delle possibilità e delle procedure inserite nel cosiddetto Mommy makeover (quel ventaglio di interventi post parto che servono a rimodellare il corpo femminile dopo la gravidanza e il parto). In realtà l’addominoplastica è indicata sia per le donne che per gli uomini ed è spesso associato ad altre procedure, come la liposuzione

Quanto costa l’addominoplastica?

Come sarà la cicatrice?

Le cicatrici differiranno da paziente a paziente in base a fattori, come:

  • la tecnica chirurgica,
  • la genetica,
  • il tipo di pelle,
  • l’esposizione al sole.

Grazie ai passi avanti fatti nella tecnologia e nella ricerca, ci sono molte terapie di riduzione delle cicatrici per i pazienti, come microneedling, trattamenti iniettabili, gel e creme per cicatrici, terapia laser e ri-escissione.

Le cicatrici impiegano un anno intero per maturare: all’inizio la cicatrice sembrerà grumosa e increspata, poi, con la cura giusta e seguendo con attenzione le indicazioni del chirurgo estetico, diventerà sempre meno visibile.

Si può fare l’addominoplastica sulla cicatrice del taglio cesareo?

La risposta è : la cicatrice del taglio cesareo è spesso il motivo per cui le donne sono interessate ad un’addominoplastica. La cicatrice del taglio cesareo crea un punto di aderenza al tessuto sottostante, che spesso porta a una sorta di piccolo scalino sulla pelle. In molti casi diventa cheloidea, quindi spessa e in rilievo. Il chirurgo estetico, quindi potrà eseguire l’addominoplastica per poi rimuovere la cicatrice del cesareo e suturare in modo più efficace dal punto di vista estetico.

Quanto dura il recupero post operatorio?

È un intervento chirurgico serio con tempi di inattività precisi: il recupero varia da persona a persona, e molto dipende dall’età e dallo stato di salute generale. E’ frequente dover assumere degli antidolorifici per qualche giorno dopo l’intervento. E’ importante, quindi, organizzarsi bene e pianificare un certo periodo di riposo dopo l’intervento.

La maggior parte delle attività quotidiane può essere ripresa dopo un paio di settimane, ma per ricominciare ad andare in palestra o prima di fare attività fisica più vigorosa dovranno passare alcuni mesi ed è sempre molto importante chiedere il parere del chirurgo.

Conviene fare l’addominoplastica quando non si intendono avere altre gravidanze?

Sì. L’intervento è più efficace in termini di tempo, costi e recupero se non si hanno in programma altre gravidanze.

Bibliografia e fonti

Credit foto: Adobe free stock