Curare l’inestetismo delle macchie cutanee con il laser.

mmmm
Le macchie cutanee sono di colore marrone/nocciola e di gradazione più o meno intensa. Esse si presentano con margini irregolari o “a carta geografica” generalmente sul volto nella zona della fronte, delle guance, del labbro superiore e sono causate da un’iperpigmentazione e cioè da un accumulo di melanina da parte di alcune cellule. Tra le alterazioni della melanogenesi possiamo distinguere il melasma e il cloasma.
mmmm
Mentre il melasma può colpire le giovani donne e può essere causato da un’eccessiva esposizione al sole o dall’assunzione della pillola anticoncezionale in quanto causa squilibri ormonali, il termine cloasma è usato per indicare le macchie cutanee che colpiscono le donne in gravidanza. Anche gli uomini tuttavia non sono immuni da questo inestetismo a causa del fotoaging, e cioè dall’invecchiamento della pelle causato dai raggi del sole.
Questi inestetismi sono più visibili in estate mentre di inverno tenderanno a scomparire.
Sole e vacanze sono un binomio perfetto e nessuno di noi vuole rinunciare alle gioie dell’estate. Come consigliano anche gli esperti, non si deve rinunciare ad andare al mare perché fa bene all’umore e al corpo. Cosa fare allora? Come curare questo assillante problema dermatologico?
Indipendentemente dal tipo di macchia è importante proteggersi dal sole con schermi protettivi evitando di esporsi tra le 12 e le 16 e assolutamente smettere di fumare.
In commercio esistono diverse creme a base di sostanze schiarenti ma nessuna si rivela veramente risolutiva, tuttalpiù coadiuvanti a rimedi più incisivi.
La terapia del cloasma può variare in relazione alla profondità del deposito di melanina
La forma del cloasma dermico di recente insorgenza può essere trattata efficacemente con rimedi chimici come il peeling (da effettuarsi rigorosamente nei mesi invernali onde evitare risultati controproducenti) , in concomitanza all’utilizzo di creme schiarenti.
Per eliminare le macchie cutanee più profonde, si può ricorrere al Laser, che garantisce risultati ottimali e sicuri. Le apparecchiature laser infatti sono strumenti medicali utilizzati da specialisti esperti, eil trattamento delle macchie cutanee è assolutamente rapido, sicuro e poco invasivo.
Nei casi di melasma non superficiale  il laser agisce come una sorta di “melanin shuttle”, creando dei “canali” all’interno del derma fino al derma reticolare provocando la eliminazione del pigmento in eccesso. In ultima analisi, il laser elimina il pigmento della pelle e schiarisce il tessuto, evitando di intaccare le aree circostanti. E’ certamente un rimedio scarsamente aggressivo e compatibile con la vita sociale.
Per quanto riguarda la frequenza del trattamento, sono consigliabili 3 sedute durante il corso dell’anno.
In ogni caso è necessario sempre ricordare che, sia i peeling che i trattamenti laser, devono sempre essere eseguiti da un Medico preparato, affidabile e competente, e devono essere effettuati sempre in una struttura seria ed attrezzata, che garantisca alla paziente la massima sicurezza, per evitare possibili complicanze, e per un risultato finale ottimale.