Chirurgia estetica dopo la quarantena

Chirurgia estetica dopo la quarantena

Chirurgia estetica dopo la quarantena

Finito il lockdown è boom di interventi di chirurga estetica e procedure di medicina estetica. Gli italiani non desiderano solo stare all’aria aperta e programmare le vacanze, ma anche regalarsi finalmente quel cambiamento nel proprio aspetto che hanno immaginato per lungo tempo oppure per sottoporsi a procedure di ringiovanimento prima dell’estate.

Secondo la Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica (SICPRE) dopo il lockdown si è registrato un incremento di circa il 50 per cento degli interventi soprattutto al viso per gli effetti dovuti all’uso della mascherina. In aumento, dunque:

  • interventi al lato B sia con protesi che con grasso (lipofilling glutei),
  • filler anche su persone giovani;
  • epilazione definitiva e luce pulsata;
  • mastoplastica additiva che resta saldamente al primo posto della classifica degli interventi di chirurgia estetica più richiesti.

Confermano questo trend anche gli esperti dell’American Society of Plastic Surgeons che hanno stilato una classifica delle procedure maggiormente richieste dopo il lockdown forzato da causa dell’emergenza sanitaria.

Chirurgia plastica: tendenze 2020

I trattamenti più richiesti, quindi, sono:

  • Tossina botulinica
  • Aumento del seno
  • Filler riempitivi
  • Liposuzione
  • Addominoplastica

Naturalmente tutti gli studi medici, gli ambulatori e i chirurghi plastici si sono immediatamente adeguati ai nuovi protocolli di sicurezza legati alla prevenzione del Covid-19 e la fiducia da parte dei pazienti e dei consumatori conferma la qualità di quanto fatto: i dati mostrano un atteggiamento positivo nei confronti delle procedure di chirurgia plastica. E allora ecco alcuni consigli per pianificare al meglio le sedute dal medico estetico o dal chirurgo plastico:

  1. Pianificate con anticipo gli appuntamenti, perché non è possibile attendere in sala di attesa con altre persone ed è importante stabilire bene la tempistica. Soprattutto i filler e il botox hanno bisogno di essere ripetuti in scadenza programmata in anticipo
  2. Non dimenticate i dispositivi di sicurezza individuali: all’ingresso in studio il paziente deve avere la mascherina e utilizzare guanti o disinfettante per le mani
  3. Rivolgetevi a medici estetici qualificati

Bibliografia e fonti