Aumentare il seno senza l’utilizzo di protesi per un risultato tutto naturale.

Aumentare-il-seno-senza-l'utilizzo-di-protesi
Aumentare il volume del seno senza protesi, ottenendo un effetto assolutamente naturale è possibile grazie all’intervento di lipofilling.
Questa tecnica di chirurgia plastica è stata perfezionata negli ultimi anni e offre risultati eccellenti!

Aumentare il volume del seno senza protesi

Aumentare-il-seno-senza-l'utilizzo-di-protesi
Un aumento del seno  con tecnica lipofilling è utilizzato principalmente in pazienti che desiderano un piccolo aumento di volume con un risultato naturale che non necessita dell’utilizzo di protesi. 

Tecniche per Aumentare il volume del seno senza protesi 

Chi non si sentisse a suo agio con un impianto artificiale, dunque, non deve rinunciare ad una o due taglie in più di seno: il lipofilling rappresenterà  la soluzione perfetta. 
Questa tecnica utilizza lo stesso grasso corporeo della paziente che viene aspirato da zone dove risulta superfluo e indesiderato,  divenendo per il seno un riempitivo morbido e naturale, a bassissimo rischio di rigetto. E’ così possibile eseguire una liposuzione e un aumento del seno  in un unico intervento
Il lipofilling, oltre che per aumentare il seno, rappresenta un’ottima soluzione per pazienti che presentano seni asimmetrici e squilibrati, riportando una naturale armonia e rotondità.
E’ indispensabile che la pelle  che deve essere trattata presenti un elevato grado di elasticità, così da sostenere il  nuovo volume del seno .
Generalmente  è preferibilmente raccogliere il grasso da addome, gambe o fianchi . Il chirurgo plastico deciderà la quantità di grasso da asportare ed innestare con precisione, durante la consultazione  che precede l’intervento.
La procedura può essere eseguita in anestesia locale, associata a sedazione endovenosa. 
La zona donatrice e la zona da riempire saranno trattate con un anestetico liquido che inibisce anche il sanguinamento.
Le cellule di grasso raccolte vengono purificate e il sangue fluido viene rimosso. Le cellule danneggiate sono accuratamente estratte in modo da lasciare solo le cellule viventi e intatte.
Le cellule intatte sono poi inserite  in quantità molto piccole, attraverso una decina di microcannule sottili inserite a livello sottocutaneo. Il tessuto circostante fa sì che le cellule di grasso trapiantate ricevano un adeguato approvvigionamento di ossigeno e nutrienti così da favorirne l’innesto  nel miglior modo possibile.
Dopo l’intervento  è possibile che l’area presenti gonfiori e lividi. È una reazione del tutto normale destinata a scomparire nei giorni successivi al trattamento .Le eventuali cicatrici sono appena percettibili. 
In generale, questa procedura comporta poche complicazioni essendo Il grasso autologo bio-compatibile al 100%.
Il risultati sono  immediatamente visibili  dopo l’intervento , ma sarà solo dopo 3 mesi, una volta scomparsi lividi e gonfiori, che si potranno notare al meglio i benefici della vostra scelta!