LaCLINIC
LaCLINIC® ha centri nelle principali città d’Italia. In ogni sede vengono effettuate visite gratuite e vengono programmati tutti gli interventi di chirurgia plastica, che avvengono in cliniche di eccellenza.

Quando fare l’addominoplastica o la liposuzione

Addominoplastica o liposuzione

Quando fare l’addominoplastica o la liposuzione

Molte persone desiderano ridurre la pancia e ottenere una pancia piatta, per riuscire nell’intento è meglio l’intervento di addominoplastica o liposuzione? Quali sono le differenze tra questi due interventi?

Liposuzione 

La liposuzione è un intervento che mira a rimuovere il tessuto adiposo in eccesso grazie all’utilizzo di una cannula collegata ad una pompa di aspirazione. La cannula viene introdotta sotto la pelle con piccole incisioni, quindi viene spinta con opportuni movimenti dal chirurgo plastico, frantumando ed aspirando il grasso.

Quando è utile

La liposuzione è indicata nei seguenti casi:

  • adipe in eccesso
  • accumuli adiposi localizzati (cuscinetti di grasso), anche per conformazione o predisposizione, cioè accumuli di grasso che resistono o si riformano dopo diete, esercizi di dimagrimento o altri metodi tradizionali di perdita del peso
  • addome prominente
  • pancia e fianchi grossi
  • adipe localizzato sui fianchi (maniglie dell’amore)
  • culotte de cheval
  • glutei, ginocchia, polpacci e caviglie sproporzionate
  • doppio mento (pappagorgia)
  • accumulo di grasso sulla nuca (gobba di bisonte).

Liposuzione con addominoplastica: quando combinare i due interventi

Addominoplastica 

L’intervento di addominoplastica mira ad appiattire l’addome, eliminando la pelle in eccesso, ridando tono alla parete muscolare.  Lo scopo è tendere la parete addominale e migliorare l’aspetto di un addome prominente. L’intervento avviene tramite un’incisione che dal pube arriva alle spine iliache e un’altra nascosta nell’ombelico. In tal modo si potrà  asportare la cute in eccesso.

Questa procedura può essere o meno associata ad aspirazione del grasso in eccesso nella zona fianchi/ventre (cosiddette “pancia e maniglie dell’amore”).

Quando è utile

L’addominoplastica è indicata nei seguenti casi:

  • addome con antiestetiche pieghe cutanee con componente adiposa (addome grinzoso).
  • addome prominente e ptosico (pancia “a grembiule”).
  • desiderio di ventre piatto e tonico.
  • ventre molle e flaccido, per una o più gravidanze oppure per un repentino dimagrimento.
  • rilassamento e cedimento (diastasi) della struttura muscolo-cutanea dell’addome per uno stile di vita non corretto e sedentarietà.

I risultati

I risultati di entrambe queste procedure sono considerati permanenti. Tuttavia, il successo a lungo termine dei risultati dipende dallo stile di vita.
I risultati della liposuzione sono considerati permanenti perché una volta rimosso il grasso le cellule sono rimosse per sempre. Ma se in futuro si verificasse un aumento di peso, le cellule adipose rimanenti nelle regioni trattate potrebbero espandersi, annullando i risultati della procedura.

Anche i risultati dell’addominoplastica sono considerati permanenti. Ma anche in questo caso ci sono alcune variabili: con un aumento di peso la pelle potrebbe allungarsi e doversi tendere per accogliere la massa in eccesso. Inoltre con gli anni diminuisce la produzione di collagene ed elastina.

In cosa è diverso il post operatorio?

Il recupero da un intervento chirurgico è cruciale quanto l’operazione stessa. Confrontando le due procedure, i tempi di recupero differiscono, così come le loro fasi principali.

Post operatorio Addominoplastica

Subito dopo l’intervento verranno collocate delle bende. Il dolore è generalmente di modesta entità e ben controllabile con i farmaci analgesici disponibili, sia in clinica, che a casa. In alcuni casi può essere necessario un drenaggio che verrà rimosso entro 24/48 ore.

Dopo l’intervento, si richiede riposo per 24-48 ore: successivamente è consigliabile camminare facendo brevi passeggiate, E’ normale avvertire una sensazione di tensione a livello addominale e provare fastidio e un lieve dolore quando si praticano attività o movimenti che prevedono tensione sui muscoli addominali potranno provocare senso di fastidio e modesto dolore.
Ci vogliono circa sei settimane per superare la fase di recupero iniziale.

Post operatorio liposuzione

Il recupero della liposuzione addominale è in genere meno impegnativo. Dopo la procedura, sarà necessario indossare un indumento compressivo ma si potrà tornare alle proprie attività in pochi giorni, anche vanno comunque evitati sforzi intensi e attività faticose.

Attenzione: né l’addominoplastica né la liposuzione sono interventi chirurgici finalizzati alla perdita di peso. Entrambi hanno lo scopo di scolpire e rimodellare questa parte del corpo, non di ridurre il peso.

Le differenze

In conclusione la liposuzione è un intervento che mira a rimuovere il grasso in eccesso, mentre l’addominoplastica rimuove la pelle a grembiule che si forma magari dopo un repentino dimagrimento o anche dopo la stessa liposuzione. Per questo in molti casi i due interventi “viaggiano insieme” con quella che viene definita lipoaddominoplastica combinata che prevede l’asportazione del grasso in eccesso e l’eliminazione del tessuto in eccesso con un rimodellamento dell’addome.

Quando è utile fare l’addominoplastica insieme alla liposuzione?

Ovviamente, a seconda del parere del chirurgo estetico, si può fare un’addominoplastica senza liposuzione così come in alcuni casi è utile fare addominoplastica e liposuzione insieme. Quando? Laddove accanto ad accumuli adiposi vi sia anche un eccesso di pelle con un grado di ptosi. Il chirurgo in questo caso potrà affrontare il grasso resistente e al tempo stesso eliminare la pelle flaccida, riparando il tessuto muscolare. Pertanto il vantaggio della lipoaddominoplastica combinata sarà molteplice:

  • il costo non sarà di due interventi,
  • bisognerà programmare una sola seduta operatoria;
  • bisognerà prevedere un solo tempo di recupero per un unico post operatorio invece che due.

Infine, quando si combina un’addominoplastica con la liposuzione, è possibile massimizzare i risultati del rimodellamento del corpo in un modo che non è possibile fare con nessuna delle due procedure da sole. Nella maggior parte dei casi, il grasso in eccesso e la pelle flaccida vanno di pari passo, quindi trattare entrambi questi inestetismi nella stessa seduta risulta essere spesso l’approccio più efficiente ed efficace.

Il CoolSculpting

Una terza opzione, meno invasiva, per rimodellare la pancia e “congelare” il grasso in eccesso andando, poi, ad eliminarlo in modo naturale è rappresentata dal CoolSculptingcriolipolisi – un trattamento ambulatoriale che prende di mira solo il grasso.

Il chirurgo estetico prenderà di mira le cellule adipose e le cristallizzerà (congelerà) utilizzando un’apposita tecnologia. Nel tempo, le cellule adipose muoiono e il corpo le eliminerà naturalmente. È indicato per piccole aree del corpo, come le maniglie dell’amore.

Bibliografia e fonti

Credit foto: Adobe free stock